Seguici su

Musica e gastronomia: due grandi tradizioni dell’Emilia-Romagna

Un volume ed una mostra on demand personalizzabili su richiesta delle istituzioni ospitanti

Cucina all'opera - The taste of music“Cucina all’Opera. Musica e cibo in Emilia-Romagna” è un volume realizzato dall’Assessorato all’Agricoltura e dall’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna in occasione del bicentenario verdiano.

L’autore, Giancarlo Fre (1952-2013), scomparso poco prima di vedere stampata la sua opera, è stato un architetto e un appassionato di cucina, gastronomia e arte: apprezzato per articoli e interventi nella stampa di settore, era particolarmente noto come autore del blog “Il gastronomo educato”.

Nel volume si intrecciano le vicende biografiche e professionali di musicisti, compositori, interpreti, le loro ricette preferite, la loro passione per una terra ricca di sapori e profumi.

Partendo dall’Ottocento, secolo d’oro del melodramma, si incontrano i suoi grandi protagonisti: Giuseppe Verdi, “il contadino delle Roncole”, come amava definirsi, Gioachino Rossini, pesarese, ma di casa a Lugo e a Bologna, Pietro Mascagni, livornese di nascita, ma legato alla Romagna da motivi sentimentali e Arturo Toscanini, il grande interprete verdiano originario, come il Maestro, di Parma.

Si viaggia poi tra Seicento e Settecento, attraverso le figure di Girolamo Frescobaldi, ferrarese, e Arcangelo Corelli, romagnolo di Fusignano.

Il terzo capitolo ripercorre le passioni e le idiosincrasie alimentari di alcuni grandi musicisti di passaggio in Emilia-Romagna: Mozart, Wagner, Bellini e Puccini.

Infine, il Novecento, con due grandi interpreti di fama internazionale amanti della buona tavola: Luciano Pavarotti e Maria Callas.

La mostra “Il gusto della musica”, a cura di Isabella Fabbri e Margherita Spinazzola dell’Istituto per i Beni culturali, è ispirata al volume ma si focalizza su quattro protagonisti - Verdi, Rossini, Mozart, Toscanini - presentando estratti del libro, nuovi testi e immagini inedite.

Questo approccio al binomio musica e cibo si è rivelato assai efficace: il volume è stato tradotto in inglese, turco e cinese e, in collaborazione con le Rappresentanze Diplomatiche e Culturali, è stato presentato in diverse sedi nel mondo, con conferenze delle curatrici e la mostra correlata.

Insieme alla mostra e alla conferenza, possono essere proposti interventi musicali con brani del repertorio italiano o degustazioni basate sulle ricette del libro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/06/27 18:07:00 GMT+1 ultima modifica 2018-07-10T17:38:10+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?